E' bene immettere anche i video verticali della complessa Sonata VI di Raupach, dove si possono notare come sempre le mani che fanno suonare lo strumento clavicembalo, ben da vicino, anche dall'alto. Come si Ŕ potuto ampiamente notare Ŕ abbastanza semplice ricorrere a sottterfugi per far apparire il saper suonare uno strumento in modo "stupefacente" nascosti dietro un computer. Ecco che vogliamo insistere sulla "sinceritÓ" invece della esecuzione di un giovane esecutore eclettico (ricordiamo infatti che Orlando Bass non lesina le performances su pianoforte, non solo per musica classica ma anche per quella moderna) premiato come sappiamo anni fa del primo premio cembalistico europeo ed anche di un riconoscimento pianistico poco tempo dopo.

Questa terza possibilitÓ di ascoltare e vedere anche le mani muoversi sulla tastiera con maestria permette anche di gustare il terzo microfono che ha immortalato la rarissima sonata di Raupach in primissima mondiale grazie al Principe de Cembalo che l'ha reperita e data in esecuzione a chi se lo merita non solo in termini di talento, ma anche per premiare la serietÓ nel dare la parola per prendersi degli impegni. Per Orlando Bass quello che vedete ed ascoltate qui Ŕ quello che effettivamente Ŕ nel reale. Fieri come non mai ed entusiasti senza precedenti, ancora una volta vi presentiamo nuovamente la Sonata di Raupach non solo sotto una nuova angolzione ma pure con il suono dello strumento captato dal terzo microfono.